La TV di oggi. Sola come un ananas in un campo di erba

14 Agosto 2015
in Facebook, Social Media, Twitter

SEOZoom

Scrivo questo post un po’ off-topic per il mio blog sull’onda dell’emozione che mi ha suscitato vedere la trasmissione di oggi alle 15 su SkyTG24 condotta da Paola Saluzzi sui “Fenomeni del web”.

Trai vari ospiti in trasmissione i fenomeni di Youtube Favij e Daniele Doesn’t Matter oltre che Federico Clapis. Infine Martina Dell’Ombra e Riccardo Scandellari, oltre che il direttore di Wired, Federico Ferrazza.

Ecco, alla fine della trasmissione sono rimasto a bocca aperta.

Perchè?
Anzitutto il titolo della trasmissione è stato cambiato all’ultimo momento: da “Webstar” a “Fenomeni del web”.
La Saluzzi ha commentato il cambio repentino al fatto che “ancora bisogna verificare se sono delle star”.

La domanda è: “Chi dovrebbe verificarlo?”

Facciamo un po’ di numeri:

  • Daniele Doesn’t Matter conta 424mila fan su Facebook e 785mila iscritti su Youtube, di cui almeno l’80% attivi.
  • Federico Clapis conta 771mila fan su Facebook e 191mila iscritti su Youtube; da notare che il canale su cui lui veramente ha investito è il primo, non tanto il secondo.
  • Favij conta 598mila fan su Facebook e ben 1963000 iscritti su Youtube; bada bene che gli iscritti sono solo un aspetto di questo “fenomeno”, perché alcuni video toccano le 9 milioni di visualizzazioni.
  • Martina Dell’Ombra, che commenta (secondo lei) i fatti della politica e della società italiani in romanesco puro (ma secondo lei in italiano) piace a 34mila persone su Facebook e ha appena 4500 iscritti su Youtube.

Torno alla domanda che mi ponevo prima di questi numeri.

Chi dovrebbe verificare che questi ragazzi sono delle Webstar?”

La risposta è: “Non certo tu, Paola Saluzzi”.
O comunque, non certo il media che tu rappresenti.
Questi ragazzi sono già ampiamente delle webstar (esclusa la Dell’Ombra, che sparirà presto senza che nessuno se ne accorga…) e sanno benissimo che hanno avuto una breve finestra oggi pomeriggio e chissà quando la riavranno: come se questo gli importasse qualcosa.

Una nota ancora più sconfortante della trasmissione è stato lo spazio estremamente esiguo che è stato dato a Riccardo Scandellari, il più grande “sociologo” nel panorama web italiano, l’autore di “Fai di te stesso un brand” e “Net Branding”.
Uno – insomma – che poteva alzare l’asticella della qualità della trasmissione.
Cosa ovviamente disattesa dalla Saluzzi, che invece ha posto netto risalto alla retorica impeccabile e la profondità dei contenuti espressi (!!!) da Martina Dell’Ombra. Con Clapis che da Milano che la derideva platealmente.

So che i post pieni di critiche non hanno appeal nel web e non sono coinvolgenti. Quindi chiudo qui lo sfogo.

Ciò che semplicemente ho voluto dire è che il solco tra i media del web (social media su tutti) e il media televisione è ancora ampio e certo non viene ristretto da trasmissioni del genere.

Sono mondi che ancora si parlano a malapena e credo che sia invece conveniente a chi gestisce trasmissioni TV trarre degli spunti importanti anziché porsi con arroganza o noncuranza.

La TV di oggi mi sembra come l’ananas della foto: bruttina e sempre più sola.

Passo e chiudo! 🙂


Scroll Up
Altro... Facebook, Social Media, Twitter
Come impostare la larghezza e l’altezza del widget Twitter che vuoi tu

Come impostare la larghezza e l'altezza del widget Twitter che vuoi tu? Spesso la procedura di generazione automatica del widget...

Chiudi