Cerchi un plugin di manutenzione per il tuo sito WordPress? Eccolo!

Ti stai chiedendo qual è il migliore plugin per mettere in manutenzione il tuo WordPress?

Probabilmente ti trovi nella situazione in cui il cliente ti ha commissionato il lavoro, ma ti deve passare ancora i contenuti del sito web o ancora deve decidere il layout e dunque il sito in WordPress non può essere messo ancora online perché ancora in costruzione.

Bene, in questa situazione ti viene incontro e ti aiuta installare un plugin per attivare la manutenzione (Maintenance Mode in inglese) per il sito o blog in WordPress.

Io te ne propongo due, ma ti dirò quale preferisco e perché.

 

Prima ipotesi: WP Maintenance Mode

copertina

Il fatto che sia un buon plugin lo noti dal fatto che nell’archivio dei plugin WordPress questo plugin di Maintenance ha questa etichetta:

plugin-manutenzione-sito-off-line-1

Ecco i passaggi:

  • Scarica il plugin da https://wordpress.org/plugins/wp-maintenance-mode/
  • Installa il plugin nel tuo blog WordPress in costruzione.
  • Attiva il plugin.
  • Una volta attivato il plugin, in realtà il plugin non è ancora attivato. Sembra una contraddizione in termini ma non lo è 🙂 ; devi infatti scegliere dal menu di sinistra Impostazioni – WP Maintenance Mode.
plugin-manutenzione-sito-off-line-impostazioni-2
  • Si aprirà la finestra di gestione del plugin.

Tab “General”

plugin-manutenzione-sito-off-line-3
  • A questo punto apri la tab/scheda “General”.
  • Clicca su “Activated”: ecco, solo in questo momento il plugin sarà attivo davvero.
  • Ci sono diverse altre opzioni (che puoi approfondire qui https://github.com/Designmodocom/WP-Maintenance-Mode), ma su cui si può sorvolare.  In generale puoi:
    • Bloccare i robots dei motori di ricerca (impostando “noindex, nofollow” in Impostazioni >> WP Maintenance Mode >> General >> Robots Meta Tag).
    • Permettere al cliente di vedere il sito in sviluppo, anche se tutti gli altri vedranno: funzione molto utile per i tuoi siti WordPress “in costruzione” cioè ancora in sviluppo e non finiti. Per fare questo vai su Impostazioni >> WP Maintenance Mode >> General >> Frontend Role e scegli il ruolo che hai dato all’utente che hai creato per il tuo cliente ( se non l’hai ancora creato, ti consiglio vivamente di farlo).

Tab “Design”

plugin-manutenzione-sito-off-line-tab-design-4

In questa tab puoi settare:

  • Il meta title da far comparire nella pagina di maintenance (Impostazioni >> WP Maintenance Mode >> Design >> Content >> Title (HTML tag).
  • La prima frase da far comparire (Impostazioni >> WP Maintenance Mode >> Design >> Content >> Heading) .
    • Tutto il testo che vuoi far comparire (c’è un editor apposito in Impostazioni >> WP Maintenance Mode >> Design >> Content >> Text).
  • Abbastanza varia è la possibilità di settare i colori del background della pagina di manutenzione: puoi scegliere colori esadecimali oppure le immagini del preset del plugin oppure caricarne una tu.

 

Tab “Modules”

plugin-manutenzione-sito-off-line-tab-modules-4a

Forse la tab più interessante di questo plugin di manutenzione/costruzione. Tramite essa puoi:

  • Mostrare il countdown che termina con la data di pubblicazione del sito (Impostazioni >> WP Maintenance Mode >> Modules >> Countdown).
  • Mostrare i tuoi account social: nell’attesa che il sito sia online, può essere utile inviare l’utente nella tua FanPage Facebook o Google+ (Impostazioni >> WP Maintenance Mode >> Modules >> Social Networks).
  • Farti nel frattempo inviare un’email (Impostazioni >> WP Maintenance Mode >> Modules >> Contact).
  • Installare Google Analytics (Impostazioni >> WP Maintenance Mode >> Modules >> Google Analytics) ed iniziare a tracciare le visite.

Bene, alla fine della fiera la tua pagina temporanea potrebbe apparire così (demo):
plugin-manutenzione-sito-off-line-preview-5

 

 

Seconda ipotesi: Maintenance

plugin-manutenzione-wordpress-maintenance-6

Questo plugin fa sostanzialmente ciò che fa il primo, ma decisamente meglio.

Qualche esempio? Effetto fade nell’apparizione della pagina di manutenzione, editor avanzato (puoi aggiungere CSS personalizzati e link), caricare un logo aziendale.

Ma procediamo passo per passo:

  • Scarica il plugin da https://wordpress.org/plugins/maintenance
  • Installa il plugin nel tuo WordPress.
  • Attiva il plugin.
  • Il plugin a questo punto è già attivo sul tuo sito WordPress, per cui apparirà già la pagina di manutenzione. Te ne accorgi dal fatto che è attiva l’icona “On”
    plugin-manutenzione-wordpress-maintenance-8
  • A questo punto, in un’unica e semplice schermata, puoi personalizzare tutto:
    • Titolo della pagina
    • Titolo principale
    • Descrizione
    • Testo nel footer / Testo di copywright
    • Logo: puoi fare un semplice upload
    • Immagine di background: anche qui puoi scegliere fra le immagini di preset che ti mette a disposizione il plugin o caricarne una tua.
    • Colore del background
    • Colore della font
    • Font family: importantissimo. Puoi scegliere fra diverse Google Font. Decisamente un plus rispetto all’altro plugin.
    • Inserire codice di Google Analytics
    • Blur intensity: scegliere l’intensità dell’effetto blur del bakground.
    • Login On/OFF: decidere se far apparire l’icona (sulla destra) per loggarsi a WordPress.
    • CSS Code: customizzare il CSS.
    • Exclude Pages: il nome del box è fuorviante, perché in realtà in esso puoi scrivere gli ID delle pagine e dei post da far comparire nella di manutenzione del sito.

Bene, alla fine della fiera la tua pagina temporanea potrebbe apparire così:

plugin-manutenzione-wordpress-maintenance-9

Bella, no?

 

In definitiva, la domanda è: quale plugin scegliere? WP Maintenance Mode o Maintenance?

A mio parere, Maintenance.

Soprattutto per 3 ragioni:

  1. Il design: personalizzare il design è più semplice e l’impatto è decisamente più professionale.
  2. La facilità di customizzazione: Maintenance ha bisogno di pochissimi click per essere subito operativo con un’interfaccia professionale.
  3. Funziona praticamente sempre: mi è capitato diverse volte che WP Maintenance Mode desse errori di incompatibilità con altri plugin che risultavano fondamentali nell’ottica della sanità del sito che stavo andando a creare.

 

condividi